latte di capra caratteristiche nutrizionali benefiche per la salute

capra

 

I ricercatori dell’Università di Granada hanno trovato che il latte di capra ha caratteristiche nutrizionali benefiche per la salute. Essi hanno stabilito che il latte di capra ha molte sostanze nutrienti che lo rendono simile al latte umano.

Il gruppo di ricerca AGR 206 presso l’Università di Granada Dipartimento di Fisiologia e Nutrizione e dell’Istituto di Tecnologia Alimentare “Jose Mataix”, coordinato dal professor Margarita Sánchez Campos, hanno dimostrato che il latte di capra ha caratteristiche nutrizionali benefiche per la salute.

Il consumo regolare di latte di capra da parte di individui affetti da anemia da carenza di ferro migliora la loro recupero, che migliora l’uso alimentare del ferro e aumenta la rigenerazione di emoglobina, il che significa che questo tipo di latte minimizza calcio e interazioni di ferro. Al contrario, questo tipo di latte protegge la stabilità del DNA, anche nei casi di sovraccarico di ferro causato da trattamenti prolungati con questo minerale per curare l’anemia.

I ricercatori dell’Università di Granada hanno trovato che il latte di capra ha molte sostanze nutrienti, come caseina, che lo rendono simile al latte umano. Il latte di capra contiene meno caseina alfa 1-come latte umano, che è responsabile della maggior parte delle allergie al latte vaccino. Pertanto, latte di capra è ipoallergenico. “Per questo motivo, in alcuni paesi viene utilizzato come base per lo sviluppo di formule per lattanti al posto del latte di mucca”, ricercatori dell’Università di Granada, sottolineano.

Inoltre, un altro aspetto benefico del latte di capra è che contiene una notevole quantità di oligosaccaridi. Il latte di capra ha più oligosaccaridi con una composizione simile a quella del latte umano. Questi composti raggiungono l’intestino crasso non digerito e agire come prebiotici, cioè aiutare a sviluppare la flora probiotica che compete con la flora batterica patogena, facendo sparire.

Meno lattosio

Allo stesso modo, il latte di capra contiene una proporzione più bassa di lattosio del latte di mucca-circa l’1% in meno e, come è più facile da digerire, gli individui con intolleranza a questo zucchero del latte in grado di tollerare il latte di capra “.

La differenza essenziale tra la composizione del latte vaccino e caprino deriva dalla natura del loro contenuto di grassi: non è solo la piccola dimensione delle cellule del sangue di capra, ma piuttosto il profilo dei suoi acidi grassi. Il latte di capra contiene più acidi grassi essenziali (linoleico ed arachidonico) rispetto al latte vaccino. Entrambi appartengono alla serie omega-6. Allo stesso modo, latte di capra ha il 30-35% di media acidi grassi a catena (C6-C14) MCT, mentre il latte di mucca ha solo il 15-20%. Questi acidi grassi sono una fonte di energia rapida e non sono memorizzati come grasso corporeo. Inoltre, il grasso del latte di capra riduce i livelli di colesterolo totale e mantiene adeguati livelli di trigliceridi e transaminasi (GOT e GPT). Questo lo rende un alimento di scelta per la prevenzione delle malattie cardiache.

Per quanto riguarda la composizione minerale, ricercatori dell’Università di Granada sottolineare che il latte di capra è ricco di calcio e fosforo “è altamente biodisponibile e favorisce il loro deposito nella matrice organica del tessuto osseo, che porta ad un miglioramento dei parametri di formazione delle ossa”. Ha anche più zinco e selenio, che sono micronutrienti essenziali che contribuiscono alla difesa antiossidante e per la prevenzione delle malattie neurodegenerative.

Per tutte queste ragioni, i ricercatori ritengono che “il latte di capra può essere considerato naturale alimenti funzionali, e il suo consumo regolare dovrebbe essere promosso tra la popolazione in generale, specialmente tra quelli con allergia o intolleranza al latte vaccino, malassorbimento, livelli elevati di colesterolo, anemia, osteoporosi o trattamenti prolungati con integratori di ferro “.

Lascia un commento